PROCEDIMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI PRIVATE

PROCEDIMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI PRIVATE

DI CUI AL FONDO L. 431/1998 – ANNUALITA’ 2020 –
SCADENZA DEL BANDO MERCOLEDì 23 SETTEMBRE 2020

in allegato il bando e il modello di domanda

Dipartimento Affari Generali -Servizi Amministrativi – del Sociale

PROT. N. 19864 del 18 agosto 2020

BANDO PUBBLICO
PER L’EROGAZIONE DI “CONTRIBUTI AFFITTO”
DI CUI AL FONDO DI SOSTEGNO PER L’ACCESSO AGLI ALL0GGI IN LOCAZIONE EX L. 431/1998

ANNUALITA’ 2020 

IL SEGRETARIO GENERALE
DIRIGENTE AD INTERIM

Visto l’art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, che istituisce il Fondo Nazionale da utilizzare per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione, come modificato dal Decreto Legislativo 28 marzo 2014 n. 47, convertito con modificazioni nella Legge 23 maggio 2014 n. 80;

Visto il D.M.LL.PP. 7 giugno 1999 art. 1 c. 1 recante i requisiti minimi per l’accesso al beneficio in oggetto; Vista la delibera della Giunta Regione Marche n. 1288 del 3/08/2009 che disciplina le modalità di funzionamento del fondo di cui trattasi;

Vista la Legge Regionale n° 16 dicembre 2005 n° 36 “Riordino del sistema regionale delle politiche abitative” e successive modifiche ed integrazioni ed in particolare l’art.12;

Vista la nota pervenuta via PEC il 03/08/2020 prot. n. 18732, con cui la Regione Marche comunica l’adozione della D.G.R. n. 1044 del 27/07/2020 recante le disposizioni per l’anno 2020 del Fondo Nazionale per il Sostegno al pagamento dei canoni di locazioni, con la novità di anticipo della tempistica per la presentazione delle domande e per la comunicazione del fabbisogno alla Regione, quest’ultima fissata al 31 agosto 2020;

Vista la successiva nota pervenuta via PEC il 07/08/2020 prot. n. 19232, con cui la Regione Marche, comunica l’adozione della D.G.R. n. 1251 del 05/08/2020, recante la proroga al 30 settembre 2020, del termine per inoltrare la Regione Marche la richiesta di partecipazione al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione per l’anno 2020;

Richiamata la determina dirigenziale n. 01/812 del 18 agosto 2020;

RENDE NOTO

Che sono aperti i termini i termini per la presentazione delle domande per la concessione di Contributi integrativi per il pagamento delle spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione relativi all’anno 2020 (cosiddetti “Contributi Affitto”), di cui al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione art. 11 legge n. 431/1998, secondo quanto disposto dal presente bando e dalla normativa vigente in materia.

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

MERCOLEDI’ 23 SETTEMBRE 2020

Art. 1 – Requisiti per l’ammissione al bando

Possono presentare domanda di contributo i cittadini in possesso dei seguenti requisiti oggettivi e soggettivi:

requisiti oggettivi:

a) contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge ed in regola con le registrazioni annuali, relativo a conduzione di un appartamento di civile abitazione di proprietà pubblica o privata (ad eccezione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata o reperiti attraverso iniziative intraprese dal Comune o da altro Ente pubblico), adibito ad abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente. Possono presentare domanda anche persone diverse dal titolare del rapporto locativo, alla condizione che abbiano la Residenza Anagrafica nel medesimo alloggio e facciano parte del nucleo familiare del conduttore e che nessun altro soggetto residente nel medesimo alloggio presenti domanda di beneficio ai sensi del presente Bando.

b) canone mensile di locazione, al netto degli oneri accessori, non superiore a€ 600,00;

c) conduzione di un appartamento di civile abitazione, iscritto al N.C.E.U., che non sia classificato nelle categorie A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (ville), A/9 (castelli) e che non sia un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica Sovvenzionata;

requisiti soggettivi

a) cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea ovvero, cittadini di Paesi che non aderiscono all’Unione Europea titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo ovvero, cittadini regolarmente soggiornanti in possesso del permesso di soggiorno di durata biennale che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo, ai sensi della vigente normativa in materia di immigrazione, debitamente documentata all’atto della presentazione della domanda;

c) residenza anagrafica nel Comune di Osimo presso l’alloggio per il quale si richiede il contributo; è inoltre richiesto ai cittadini di Paesi che non aderiscono all’Unione Europea, il possesso di certificato storico di residenza che attesti la residenza da almeno 10 anni nel territorio nazionale, ovvero da almeno 5 anni nella Regione Marche, ai sensi di quanto prescritto dall’art. 11, comma 13 del D.L. 25/06/2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla Legge 6 agosto 2008, n, 133;

d) assenza di titolarità, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico e di altri residenti nel medesimo alloggio, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio, situato in qualsiasi località, adeguato alle esigenze del nucleo familiare che non sia stato dichiarato unità collabente ai fini del pagamento delle imposte comunali.

e) valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE per prestazioni sociali agevolate) ed incidenza del canone annuo rientranti nei parametri di seguito indicati

FasciaLimite massimo Valore ISEEIncidenza Canone/Valore ISEE
Fascia Anon superiore all’importo annuo dell’assegno sociale 2020, pari ad € 5.977,79Non inferiore al 30%
Fascia Bnon superiore all’importo annuo di due assegni sociali 2020, pari ad € 11.955,58Non inferiore al 40%

Qualora l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) sia pari a ZERO occorre attestare le fonti di sostentamento del nucleo familiare, mediante dichiarazione sostitutiva dell’ atto di notorietà;

Il valore ISEE è diminuito del 20% in presenza di un solo reddito derivante da lavoro dipendente o da pensione in un nucleo monopersonale.

Nozione di nucleo familiare

Ai fini del presente bando si considera nucleo familiare quello composto dal richiedente e da tutti coloro che, anche se non legati da vincoli di parentela, risultano nel suo Stato di famiglia anagrafico alla data di pubblicazione del bando.

Art. 2 – Determinazione del reddito

La posizione reddituale del richiedente da assumere a riferimento per essere ammessi alla erogazione del contributo è quella risultante dall’indicatore della situazione economica equivalente (certificazione ISEE 2020 del tipo ordinario), ai sensi del D.Lgs. 159/2013 e ss.mm.ii., avente per oggetto i redditi di tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico;

Art. 3 – Modalità di presentazione della domanda.

La domanda di contributo indirizzata al Sindaco del Comune di Osimo, resa nella forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e ss. mm. ii. dovrà essere compilata utilizzando esclusivamente l’apposito modello predisposto dal Comune, recante le dichiarazioni sostitutive inerenti tutti i requisiti necessari per l’accesso al beneficio richiesto e corredato di tutta la documentazione obbligatoria evidenziata nel modello stesso e di seguito elencata:

  • Copia del contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge ed in regola con le registrazioni annuali, relativo a conduzione di un appartamento di civile abitazione nel Comune di Osimo;
  • Copia ricevuta di pagamento dell’imposta di registro relativa all’anno 2020 (Mod F23) ovvero, nel caso in cui il proprietario abbia optato per la cedolare secca, copia della comunicazione o della ricevuta di registrazione del contratto di locazione attestante la suddetta opzione;
  • Copia delle ricevute di pagamento canone di locazionerelativo alle mensilità dell’anno 2020 riferite all’alloggio per il quale si richiede il contributo, eseguito sino al momento della presentazione della domanda, con impegno a produrre le restanti ricevute dell’anno 2020, entro e non oltre il 31 dicembre 2020, consapevoli che il contributo sarà decurtato mancando le ricevute di pagamento di tutte le mensilità 2020; la decurtazione avverrà in proporzione ai canoni il cui pagamento non è stato documentato; fatta salva l’esclusione della domanda, qualora il mancato pagamento del canone determini una minore incidenza canone/valore ISEE, tale da far venir meno il possesso del requisito prescritto all’art. 1 – lett e) del presente Bando;
  • Copia documento di riconoscimentoin corso di validità;
  • Copia permesso di soggiornorilasciato ai sensi degli articoli 5 e 9 del D.Lgs. 25/07/1998, n. 286 e succ. mod. e documentazione dimostrativa dello svolgimento regolare attività lavorativa di lavoro subordinato (busta paga mese in corso o precedente, ovvero contratto di lavoro, o Certificato di Iscrizione alla camera di Commercio, ecc.)

La domanda sottoscritta dal richiedente dovrà essere compilata in ogni sua parte.

Danno luogo ad esclusione della domanda e/o decadenza dal beneficio e/o recupero del beneficio eventualmente concesso:

  1. mancato possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi stabiliti dal Bando all’art. 1;
  2. accertata non veridicità del contenuto della dichiarazione sostitutiva resa e/o dei documenti prodotti a corredo;
  3. la mancata sottoscrizione della domanda, ovvero la mancata allegazione della fotocopia di documento di identità del dichiarante;
  4. il mancato utilizzo dello schema di domanda all’uopo predisposto dal Comune di Osimo, ovvero la sua compilazione incompleta, tale da non rendere chiaro se i requisiti richiesti sono posseduti dal richiedente;
  5.  per i cittadini non comunitari, la mancata presentazione del Permesso di Soggiorno e la mancata dimostrazione di svolgimento regolare attività lavorativa;
  6. La mancata allegazione della Certificazione ISEE 2020, ovvero esclusione delle domande per le quali non risulta presente in banca dati INPS entro il termine di scadenza del presente Bando, un ISEE in corso di validità il cui valore sia nei limiti stabiliti all’art. 1;
  7. La presenza di Annotazioni (anomalie/difformità) dell’Attestazione ISEE 2020 allegata alla domanda;
  8. La mancata allegazione, nei casi di ISEE pari a ZERO, della dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante le fonti di sostentamento del nucleo familiare, negli anni 2018 e 2019
  9. La mancata allegazione del prospetto Allegato Sub A) “dichiarazione della situazione familiare e abitativa“;
  10. La mancata dimostrazione della regolare registrazione del contratto di locazione mediante allegazione della ricevuta di Pagamento dell’Imposta di registro valida per l’anno 2020, ovvero allegazione del contratto di locazione se stipulato in corso d’anno;
  11. Mancata presentazione entro il 31/12/2020 dei versamenti dell’imposta (modelli F23) non ancora eseguiti al momento della presentazione della domanda;
  12. La mancata dichiarazione entro il 31/12/2020 delle somme percepite ad altro titolo per contributi locazione e simili (art. 7 del Bando);
  13. La mancata presentazione entro il 31/12/2020 delle ricevute di pagamento dei canoni di affitto non ancora versati al momento della presentazione della domanda, qualora ciò comporti il venir meno dei limiti di incidenza canone/valore ISEE del 30% (per la Fascia A) e del 40% (per la Fascia B);

Le Organizzazioni Sindacali di seguito indicate sono a disposizione, previo appuntamento, per l’assistenza gratuita ai cittadini nella compilazione della domanda:

SICET presso C.I.S.L. Via S. Gennaro n. 7 – Osimo – Tel 071/714660 –  071/7131397

Orari: Martedì e Venerdì 9,00 – 13,00 e 15,30 – 18,30

SUNIA in prossimità sede C.G.I.L. Via Lionetta n° 14 – Osimo – tel 071/714447 fax 071/7131303

Orari: Lunedi 8,30 – 12,45, il Giovedi 8,30 – 12,45 e 15,30 – 19,00.

Art. 4 -Termini per la presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate e sottoscritte alla presenza di un Funzionario dell’Organizzazione Sindacale entro e non oltre il termine del 23/09/2020;

Le domande dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune in una delle seguenti modalità:

  • a mano presso l’Ufficio Protocollo sito in Piazza del Comune n. 1, ma previo appuntamento fissato telefonicamente al numero 071-7249296 o al numero 071/7249248, dovendosi usare accortezza per il tracciamento e per evitare assembramenti di persone;
  • spedita con raccomandata A.R. (farà fede il timbro di spedizione), con AVVERTETENZA CHE
  • La raccomandata andrà spedita al seguente indirizzo: Comune di Osimo – Piazza del Comune n. 1 – 60027 Osimo (AN).
  • All’esterno della busta della lettera raccomandata si avrà cura di riportare la seguente dicitura: D.G.R. n. 1044/2020 e n. 1251/2020 – Istanza contributo ex art. 11 legge 431/1998 – annualità 2020”, onde acquisire protocollazione urgente.
  • Qualora la domanda spedita venisse acquisita al Protocollo comunale oltre la data del 28 settembre 2020 la stessa non potrà essere processata, in quanto ci sono tempi tecnici non derogabili da rispettare; infatti il Comune di Osimo deve inoltrare ogni singola domanda in modalità informatica caricandola sul sistema S.I.E.R.P. della Regione Marche che verrà chiuso il 30 settembre 2020; e dovendosi elaborare attraverso lo stesso sistema S.I.E.R.P. la richiesta di Fabbisogno che il Comune di Osimo deve inoltrare alla Regione Marche, la quale tiene conto di tutto il co0mplesso delle domande ricevute e caricate a sistema, non solo di una.
  • Consegna tramite PEC all’indirizzo comune.osimo@emarche.it, entro lo stesso termine perentorio del 23/09/2020;

Il recapito delle domande rimane ad esclusivo rischio del mittente; ove per qualsiasi motivo, non esclusa la forza maggiore, la stessa non venisse recapitata in tempo utile, l’Ente non assume responsabilità alcuna.

Le domande di contributo, pervenute oltre il termine ultimo sopra indicato verranno automaticamente escluse.

La domanda dovrà contenere inequivocabilmente i contatti telefonici ed e-mail del richiedente e l’indirizzo esatto presso i quali trasmettere le eventuali comunicazioni da parte del Comune.

Eventuali successive modifiche ai contatti e/o indirizzo dovranno essere comunicati tempestivamente, in mancanza di quanto sopra l’Amministrazione Comunale non si assume responsabilità per la mancata ricezione da parte degli interessati delle comunicazioni, anche per ritardi del Servizio Postale.

Art. 5 – Controlli

Le autocertificazioni rese all’atto di presentazione della domanda ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, sono sottoposte a verifiche e controlli conformemente alla vigente normativa statale in materia, anche in collaborazione con la Guardia di Finanza.

In caso di dubbia attendibilità delle dichiarazioni rese, il Comune richiede all’interessato la documentazione.

Qualora il cittadino si rifiuti, in sede di controllo, di presentare la documentazione, o si accerti la mendacità della dichiarazione, decade immediatamente dal beneficio. Se il beneficio fosse già stato erogato, si procederà al recupero delle somme indebitamente erogate.

Le dichiarazioni false saranno perseguite ai sensi di legge.

Art. 6 – Determinazione dell’entità dei contributi

Il contributo è calcolato (avvalendosi del software di gestione messo a disposizione di ogni Comune dalla Regione Marche) sulla base dell’incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, rispetto all’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) ai sensi del D.Lgs. 159/2013, tale da ridurre l’incidenza del canone annuo di locazione sul valore ISEE e fino ad un valore massimo che risulta dalla seguente tabella:

FasciaLimite massimo Valore ISEEIncidenza Canone/valore ISEEImporto massimo contributo elargibile:
Fascia A€.5.977,79Non inferiore al 30%2.988,89 €
Fascia B€.11.955,58Non inferiore al 40%1.494,45 €

Il Comune di Osimo procederà all’istruttoria delle domande pervenute nei termini indicati dal presente Bando, ed alla formulazione di una graduatoria in ordine crescente di valore I.S.E.E. suddivisa per fascia di appartenenza A e B.

L’Amministrazione Comunale, in ragione dei fondi assegnati dalla Regione Marche, si riserva di applicare la riduzione di una quota percentuale al contributo effettivamente spettante, ciò al fine di soddisfare un maggior numero di richieste.

Sarà comunque garantita l’erogazione di un contributo di almeno € 500,00 quale beneficio minino apprezzabile.

Art. 7 – Non cumulabilità con altri analoghi benefici

Nella domanda di contributo, il richiedente deve specificare se ha già percepito o fatto richiesta di contributi per la locazione e/o deposito cauzionale per la stipula di nuovo contratto relativamente al medesimo periodo (anno 2020), avendo cura di precisare:

  • l’importo che ha richiesto, ovvero che gli è stato concesso, ovvero che ha già percepito;
  • la normativa in base alla quale ha presentato domanda;

Al ricorrere delle ipotesi di cui al comma precedente, il Comune concede un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo concedibile ai sensi del presente bando e la somma già percepita dal richiedente ad altro titolo.

Restano salvi i divieti di cumulo espressamente stabiliti con legge.

Si ricorda che tutte le detrazioni per canoni di locazione previste dalla legge di cui il richiedente fruisca nella dichiarazione dei redditi, non sono cumulabili con il contributo fondo affitti (art. 16 del TUIR; art. 10 c. 2 L 431/98); pertanto, con la presentazione dell’istanza ai sensi del presente Bando, il richiedente rinuncia alla detrazione affitto contemplata nella denuncia dei redditi per l’anno di imposta 2020;

Art. 8 – Graduatorie e punteggi

I soggetti in possesso dei requisiti verranno collocati in graduatoria secondo l’ordine decrescente della percentuale di incidenza del canone di affitto annuo sul valore ISEE, ma dando in ogni caso, precedenza ai nuclei familiari in fascia A, cioè coloro i quali il cui valore ISEE sia uguale o inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale 2020, pari ad € 5.977,79= rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 30%.

A seguire, qualora i fondi assegnati dalla Regione Marche al Comune di Osimo a questo scopo lo consenta, saranno soddisfatte le domande dei nuclei familiari in Fascia B, cioè coloro i quali il cui valore ISEE sia non supera l’importo annuo di due assegni sociali 2020, pari ad € 11.955,58= rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 40%.

Non sono previste riserve e precedenze per situazioni di particolare debolezza sociale.

Nei casi di uguale percentuale di incidenza canone/reddito, la posizione in graduatoria sarà determinata dal valore ISEE più basso. Qualora permanga la parità, si procederà a sorteggio delle domande;

Art. 9 – Ripartizione dei fondi disponibili

Il Fondo di sostegno per l’accesso agli alloggi in locazione a disposizione del Comune di Osimo sarà ripartito nell’ordine di graduatoria, soddisfacendo primariamente le domande in fascia A) e successivamente quelle in fascia B), in ragione dei contributi concedibili e del numero dei richiedenti.

Pertanto, l’ammissione in graduatoria non comporta necessariamente il diritto alla liquidazione del contributo stesso.

La liquidazione del contributo individuale ai soggetti utilmente collocati avverrà solo dopo che il fabbisogno comunale sarà stato soddisfatto dalla Regione Marche, con effettivo trasferimento finanziario ed introito del Fondo stesso a Bilancio Comunale;

Art. 10 -Modalita’ di erogazione

L’erogazione del contributo sarà effettuata in un’unica soluzione in favore dei richiedenti utilmente collocati nella graduatoria e che risulteranno in regola con le prescrizioni del Bando.

In caso di mancata produzione, entro e non oltre il 31/12/2020 delle ricevute di pagamento dei canoni di affitto anno 2020 non ancora versati al momento della presentazione della domanda, il contributo spettante verrà decurtato in proporzione, ovvero la domanda verrà esclusa qualora l’incidenza del canone risultante dalle ricevute trasmesse sia inferiore al 30% (per la Fascia A) o del 40% (per la Fascia B).

art. 11 – Responsabile del procedimento – Informativa sul trattamento dei dati personali* – Controlli

*Informativa ai sensi dell’artt. 13 e 14 Reg. Ue. N. 679/2016 “ Regolamento relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)”

Titolare del trattamento: Comune di Osimo, Ufficio  Servizi Sociali, P.zza del Comune n° 1– 60027 Osimo.

Responsabile del trattamento: Funzionario Delegato ex art. 17 D.Lgs 165/2001 Dipartimento Affari Generali, Servizi Amministrativi e del Sociale D.ssa Alessandra Cantori.

Incaricati del trattamento: sono autorizzati al trattamento in qualità di incaricati i dipendenti assegnati anche temporaneamente, per esigenze organizzative, ai Servizi Sociali nonché il personale delle organizzazioni sindacali convenzionate per la raccolta delle domande e l’assistenza ai cittadini.

Finalità del trattamento: i dati dichiarati saranno utilizzati dagli uffici esclusivamente per l’istruttoria, definizione ed archiviazione dell’istanza formulata e per le finalità strettamente connesse alla formazione graduatoria degli beneficiari dei Contributi Affitto per l’anno 2020, di cui al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione (art. 11 legge n. 431/1998), nel Comune di Osimo.

Conferimento dei dati: Il conferimento dei dati è obbligatorio e l’eventuale rifiuto di fornire i dati richiesti comporta il rigetto della domanda;

Modalità del trattamento: I dati saranno trattati secondo quanto previsto dal Reg. UE del 27 aprile 2016, n. 679. La raccolta e il trattamento dei dati saranno effettuati con strumenti manuali, elettronici ed informatici, con logiche strettamente correlate ai principi anzidetti. Il trattamento è costituito da operazioni o insieme di operazioni indicate all’art. 4, punto 2) del Reg. UE 679/2016, come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l’adattamento o la modifica, l’estrazione, la consultazione, l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l’interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione.

Comunicazione e diffusione dei dati: i dati saranno comunicati alla Regione Marche (inserimentonel SIERP) e diffusi in forma di pubblicazione secondo le norme regolanti la pubblicità degli atti amministrativi, sul sito internet del Comune di Osimo, per le ragioni di pubblicità circa gli esiti finali delle procedure amministrative. A tal riguardo si precisa che le graduatorie (provvisoria e definitiva) non potranno essere integralmente pubblicate, stante il divieto di cui all’art. 26, c. 4, del d.lgs. n. 33/2013, di diffusione di dati da cui sia possibile ricavare informazioni relative allo stato di salute e alla situazione di disagio economico-sociale degli interessati, nonché le prescrizioni del Codice in materia di protezione dei dati personali (Reg. Ue 679/2016).

I dati relativi alle domande potranno inoltre, essere comunicati all’Ambito Territoriale Sociale XIII, alla Guardia di Finanzia e alle Autorità sovra ordinate nell’ambito di controlli e verifiche circa l’effettiva sussistenza dei requisiti dichiarati onde accedere alla Graduatoria e/o per l’assegnazione degli alloggi e ogni altra fase da ciò dipendente e connessa. Infine, i dati possono essere comunicati a ogni soggetto che abbia interesse ai sensi della L. 241/90 e ss.mm.is, nonché ai sensi del D. Lgs. 33/2013 come modificato con D.Lgs 97/2016.

Verifiche: l’autenticità delle dichiarazioni rese; della sottoscrizione; delle autocertificazioni e delledichiarazioni sostitutive di atto di notorietà sono soggette alla disciplina del D.P.R. 445/2000 quanto a modalità e responsabilità conseguenti. Per le ipotesi di falsità in atti e/o dichiarazioni mendaci, il dichiarante incorrerà nelle pene stabilite dal codice penale e dalle leggi speciali in materia, nonché nelle conseguenze amministrative di esclusione, ai sensi del Capo V del D.P.R. 445/2000 (artt. 73,74,75,76).

Diritti dell’interessato: l’interessato potrà esercitare in ogni momento i suoi diritti nei confronti deltitolare del trattamento, ai sensi degli articoli 15 e seguenti del Reg. Ue 679/2016.

Diritti: l”interessato può in ogni momento esercitare i diritti di accesso, rettifica, aggiornamento e integrazione, cancellazione dei dati, come previsto dagli artt. 15 e seguenti del Reg. UE. n. 679/2016 rivolgendosi all’indirizzo specificato.

Dalla Residenza Municipale di Osimo, lì 18 Agosto 2020

IL SEGRETARIO GENERALE DIRIGENTE AD INTERIM

  Dott. Giuliano Giulioni