CONTRIBUTO ALLE IMPRESE FEMMINILI – scade 30 ottobre

You are currently viewing CONTRIBUTO ALLE IMPRESE FEMMINILI – scade 30 ottobre

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO, DELL’ ARTIGIANATO, DEI SERVIZI ALLA PERSONA, DEL TURISMO, ALLE START-UP E ALLE IMPRESE FEMMINILI COLPITE DALL’ EMERGENZA  COVID E LOCALIZZATE NEL COMUNE DI OSIMO.

PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALLE ORE 10:00 DEL 14 OTTOBRE 2021 ALLE ORE 23:59 DEL 30 OTTOBRE 2021

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO, DELL’ ARTIGIANATO, DEI SERVIZI ALLA PERSONA, DEL TURISMO, ALLE START-UP E ALLE IMPRESE FEMMINILI COLPITE DALL’ EMERGENZA  COVID E LOCALIZZATE NEL COMUNE DI OSIMO.

PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

DALLE ORE 10:00 DEL 14 OTTOBRE 2021

ALLE ORE 23:59 DEL 30 OTTOBRE 2021

ART.1 OGGETTO E FINALITA’

Il Comune di Osimo,  con il presente bando intende fornire un sostegno concreto, in forma di  contributo economico a fondo perduto a tutte quelle imprese del commercio, dell’artigianato, dei servizi alla persona, del turismo, alle start-up e imprese femminili che, a seguito dell’evolversi e del perdurare della pandemia da Covid, hanno subìto anche nel corso del 2021 una chiusura  temporanea o una restrizione della propria attività, con conseguente riduzione e/o azzeramento   del proprio fatturato. Il Comune riconoscerà un ulteriore contributo a quelle imprese che si classificano come start-up (imprese giovani, costituite da non più di 5 anni) e imprese femminili (titolare donna o componente societaria femminile  superiore al  60%).

ART. 2 FONDO PER IL SOSTEGNO ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE, START UP E IMPRESE FEMMINILI.

E’ costituito un fondo comunale di importo pari a  € 230.000 (duecentotrentamila) per il sostegno alle attività del commercio in sede fissa (ad esclusione degli esercizi di vicinato,  medie e grandi strutture di vendita del settore alimentari),   commercio su aree pubbliche, pubblici esercizi (bar, ristoranti, pub, gelaterie, ecc.) imprese dell’artigianato e dei servizi alla persona, attività di palestre  e centri fitness,  attività del comparto del turismo e agriturismo, che hanno almeno una  sede operativa nel Comune di Osimo. L’importo del  contributo base, in sede di liquidazione, verrà maggiorato:

  1. di un 30%  se l’impresa beneficiaria  si identifica come start-up,
  2. di un 30% se l’impresa si qualifica  come impresa femminile, 
  3. di un 30% se l’impresa ha  assunto personale a partire dal 1° gennaio 2021 fino alla data di pubblicazione del presente bando.

N.B.: Le maggiorazioni sono cumulabili tra loro (ad es. nel caso in cui la ditta beneficiaria è una start-up ed anche impresa femminile, oppure abbia assunto nuovo personale).

ART. 3 REQUISITI DI ACCESSO E DI ESCLUSIONE DAL CONTRIBUTO COMUNALE.

1. Possono accedere al contributo comunale di cui al presente avviso tutte le imprese che alla data  di emanazione sono regolarmente iscritte al registro delle imprese e hanno subìto una sospensione forzata totale o parziale con conseguente riduzione dell’orario di apertura,  a seguito del DPCM del 6 novembre 2020 che ha introdotto un regime di chiusure  differenziate e restrizioni in base alla fascia di rischio contagio (zona gialla – arancione – rossa) e a seguito dei vari provvedimenti  governativi, ministeriali e regionali che si sono susseguiti per aggiornare e modificare  le limitazioni alle diverse attività economiche e sociali  in relazione all’evolversi  della pandemia. 

Tali attività, beneficiare del contributo,  vengono meglio specificate ed individuate per macro categorie, nell’elenco  che segue: 

– pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande (ad es. bar, ristoranti ed esercizi assimilati con licenza alla somministrazione al tavolo);

– esercizi di vicinato del settore non alimentare;

– medie strutture di vendita del settore non alimentare (con superficie di vendita compresa tra i 250 mq e i 2.500 mq);

– attività artigianali (gelaterie, pasticcerie, rosticceria, pizzerie al taglio, ecc.);

– servizi alla persona (acconciatori, estetiste, tatuatori e piercing);

– attività di palestre e centri fitness autorizzati ai sensi della L.R. n. 5/2012 e Reg. Reg. n.4/2013;

– attività ricettive alberghiere ed extra alberghiere ed aziende agrituristiche.

2. Ulteriori attività che possono accedere al contributo comunale di cui al presente avviso:

–  i titolari di autorizzazione al commercio su aree pubbliche di tipo A e di tipo B del settore alimentare e non alimentare avente sede legale nel Comune di Osimo;

– ditte dello spettacolo viaggiante aventi sede legale nel Comune di Osimo;

– servizio taxi con autorizzazione rilasciata dal Comune di Osimo;

– professioni turistiche e agenzie di viaggio aventi sede legale e/o operativa nel Comune di Osimo;

– agenzie d’affari (ad es. intermediari e immobiliari) avente  sede legale e/o operativa nel Comune

di Osimo.

Se il soggetto richiedente è titolare di più attività, può presentare l’istanza per una sola di queste.

3. Sono esclusi dall’erogazione del contributo comunale previsto dal presente avviso i titolari di quelle attività che, pur in presenza delle limitazioni dovute al rispetto delle prescrizioni anti-contagio, non hanno subito una sospensione forzata o una riduzione dell’orario di esercizio.  Si riporta a titolo meramente esemplificativo:

➢ Ipermercati

➢ Supermercati

➢ Discount di alimentari

➢ Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

➢ Commercio al dettaglio in esercizi non

specializzati di computer, periferiche,

attrezzature per le telecomunicazioni,

elettronica di consumo audio e video,

elettrodomestici

➢ Commercio al dettaglio di prodotti alimentari,

bevande e tabacco in esercizi specializzati

(codici ateco: 47.2)

➢ Commercio al dettaglio di carburante per

autotrazione in esercizi specializzati

➢ Farmacie 

➢ Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica (parafarmacie)

➢ Commercio al dettaglio di articoli medicali e

ortopedici in esercizi specializzati

➢ Commercio al dettaglio di articoli di profumeria,

toelettatura e ed igiene personale

➢ Commercio al dettaglio di piccoli animali

domestici

➢ Commercio al dettaglio di materiale per ottica e

fotografia

➢ Commercio al dettaglio di combustibile per uso

domestico e per riscaldamento

➢ Commercio al dettaglio di saponi, detersivi,

prodotti per la pulizia e affini

➢ Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di apparecchiature informatiche e telecomunicazioni in esercizi specializzati (

 (codice ateco: 47.4)

➢ Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici,

vetro, materiale elettrico e

termoidraulico

➢ Commercio al dettaglio di articoli igienicosanitari

➢ Commercio al dettaglio di articoli per

l’illuminazione

➢ Commercio al dettaglio di giornali, riviste e

Periodici

➢ Commercio al dettaglio di qualsiasi prodotto 

Effettuato via internet,  per televisione, corrispondenza, radio, telefono

➢ Commercio effettuato per mezzo di distributori

automatici

➢ Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

➢ Attività delle lavanderie industriali

➢ Altre lavanderie, tintorie

➢ Servizi di pompe funebri e attività connesse

4. Ulteriori soggetti  esclusi dal contributo economico comunale di cui al presente avviso:

– coloro che gestiscono sale gioco e coloro che, nell’ambito della loro attività, mettono a disposizione dei clienti apparecchiature tipo slot machine o videolottery come disciplinate dagli artt. 86 e 88 del Regio Decreto 18 giugno 1931 n. 773 (T.U.L.P.S.) e dal Regio Decreto 6 maggio 1940, n. 635;

– coloro che svolgono esclusivamente l’attività di “compro oro”, in possesso di licenza amministrativa rilasciata dalla Questura.

5. Non potranno in ogni caso accedere al contributo coloro la cui ditta, anche se attiva nel 2021, risulti cessata alla data di emanazione del presente avviso.

ART. 4 REQUISITI DEI BENEFICIARI

Le ditte beneficiarie del contributo di cui al presente avviso pubblico, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. avere la sede legale e/o operativa nel Comune di Osimo, essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese come imprese attive, non essere temporaneamente sospese e risultare effettivamente operative al momento della presentazione della domanda;

2.  non sospendere o chiudere l’attività nei 6 mesi seguenti l’erogazione del contributo a pena di restituzione di quanto ricevuto dal Comune di Osimo;

3.  assenza di cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs.  6 settembre 2011, n.159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia” in capo ai legali rappresentanti, agli amministratori (con o senza i poteri di rappresentanza) e a  tutti i soci nel caso di società;

4.  non essere sottoposte a procedure concorsuali o di liquidazione o essere in stato di fallimento;

5.  non avere in corso procedimenti contenziosi con il Comune di Osimo;

6. essere consapevoli che l’indebita percezione del contributo di cui al presente avviso costituisce responsabilità penale ai sensi dell’art. 316 ter del codice penale.

ART. 5 ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

1. Il contributo a fondo perduto   è assegnato in un’unica soluzione una tantum, a quelle ditte rientranti tra i soggetti beneficiari che abbiano registrato un calo di fatturato (volume d’affari) di almeno il 30% nei primi 6 mesi dall’anno 2021 rispetto ai primi 6 mesi dell’anno 2019.

2. Se l’azienda beneficiaria rientra nell’ambito della categoria delle start-up* il contributo base verrà maggiorato di un 30%.

* Ai fini del presente avviso, la ditta rientra nella categoria delle start-up se è  un’impresa nuova o costituita da non più di 5 anni.

3. Il contributo base verrà  maggiorato di un ulteriore 30% se la ditta è qualificabile come impresa  femminile**.

** Ai fini del presente avviso si considera impresa femminile l’impresa individuale a titolarità femminile o nel caso di società, la componente femminile è superiore al 60%, oppure aziende in cui l’amministratore delegato o il titolare è una donna. 

4. Il contributo base verrà  maggiorato di un ulteriore 30% anche nel caso in la ditta ha assunto personale*** (almeno una nuova unità lavorativa) nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e la pubblicazione del presente bando. 

*** Non saranno considerati ai fini dell’applicazione di questo criterio maggiorativo stage e tirocini formativi.

La somma totale disponibile sul Bilancio di Previsione 2021/2023 – esercizio 2021, per far fronte all’emergenza economica derivante dalla pandemia ammonta a € 230.000,00 (duecentotrentamila).

Detto importo verrà suddiviso tra tutte le richieste pervenute e ritenute idonee

Ogni contributo non potrà essere di importo inferiore ad € 500,00 e superiore ad € 1.000,00 escluse le maggiorazioni come da simulazione nella tabella esplicativa che segue, prendendo in considerazione un contributo base di € 500:

Contributo base
Start-up           +30% 
Impresa femminile +30% 

Impresa che ha assunto almeno 1 nuova unità lavorativa +30% 

Contributo massimo percepibile  senza le maggiorazioni
€ 500 + €150 + €150 + €150 €1.000

Nel caso in cui le domande dovessero superare l’importo stanziato le stesse verranno evase nel rispetto del protocollo di arrivo.

In ogni caso l’Amministrazione Comunale si riserva la possibilità di reperire ulteriori fondi al fine di soddisfare tutte le richieste pervenute.

ART. 6 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

1. La richiesta di contributo, redatta sull’apposito modello allegato e firmata digitalmente dal titolare o dal rappresentante legale oppure da un intermediario appositamente nominato con procura speciale allegata alla domanda, potrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica, sul portale del Suap, a partire dalle ore 10:00 del giorno 14 ottobre 2021 e fino alle ore 23:59 del giorno 30 ottobre.

2. Le domande  trasmesse prima o dopo tale intervallo temporale saranno dichiarate inammissibili ed escluse dalla procedura.

3. La presentazione dell’istanza comporta l’automatica accettazione di tutte le condizioni ed obblighi previsti dal presente avviso pubblico.

4. Non sono ammesse integrazioni documentali. 

5. L’invio della richiesta di sostegno economico nella modalità sopra descritta non costituisce di per sé titolo per ottenere il beneficio economico che sarà concesso solo dopo l’esame di tutte le richieste pervenute in tempo utile.

ART. 7 CUMULABILITÀ CON ALTRI CONTRIBUTI

Il contributo è cumulabile con le altre misure contributive e agevolazioni emanate a livello nazionale e regionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”, nel rispetto delle disposizioni in materia di cumulo previste dalle pertinenti normative. 

ART. 8 DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE E AUTOCERTIFICAZIONI

Le informazioni che saranno riportate dai richiedenti attraverso la compilazione del modulo saranno rese nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, soggetta alla responsabilità, anche penale, di cui agli artt. 75 e 76 del decreto stesso in caso di dichiarazioni mendaci.

ART. 9 MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il sostegno economico sarà liquidato a mezzo bonifico, in un’unica soluzione, e disposto esclusivamente sui conti correnti bancari o postali accesi presso Istituti di credito o presso Poste Italiane intestato all’impresa.

Sono espressamente escluse forme di pagamento diverse.

ART. 10 CONTROLLI

Il Comune di Osimo si riserva di eseguire verifiche e controlli, anche a campione (non inferiore al 5% delle richieste), in merito alla veridicità delle dichiarazioni rese dalle imprese richiedenti il sostegno in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 71 del D.P.R. 445/00.

Qualora venissero riscontrate irregolarità, successivamente alla liquidazione del contributo e comunque entro sei mesi successivi alla sua liquidazione, si procederà alla revoca totale o parziale del contributo stesso.

ART.11 ADEMPIMENTI IN MATERIA DI PUBBLICITÀ, TRASPARENZA, INFORMAZIONE E TUTELA PRIVACY

Il Responsabile del Suap è competente per l’applicazione degli obblighi previsti in materia di pubblicità, trasparenza e informazione, previsti dagli artt. 26 e 27 del D.lgs. 33/2013.

I dati relativi al presente procedimento sono trattati nel rispetto del Regolamento UE 679/2016 e del D.lgs. 196/2003, unicamente per le finalità connesse alla gestione del procedimento, facendo ricorso ad opportuni sistemi di anonimizzazione dei dati personali.

ART. 12 COMUNICAZIONI

Tutte le comunicazioni tra richiedente e Comune di Osimo  avverranno tramite il portale del SUAP – Sportello Unico Attività Produttive.

Per ulteriori informazioni sulla partecipazione al presente Bando, i soggetti interessati possono rivolgersi al Settore Sportello Unico Attività Produttive – mail: suap@comune.osimo.an.it  – Tel. 071 7249336-219.

Il presente Avviso viene pubblicato all’albo comunale e sul sito internet il giorno _______________

Osimo, 30/09/2021                                            

IL DIRIGENTE DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO
Ing. Roberto Vagnozzi

Il Responsabile Sportello Unico Attività Produttive 
Geom. Fabio Luna

Ia/Ema: PF

VEDI ALLEGATO

ALLEGATI