PIANO DI ZONA

PIANO SOCIALE DI AMBITO 2010- 2012

AGGIORNAMENTI


- ULTIME NOTIZIE

CENTRI DIURNI SOCIO EDUCATIVI RIABILITATIVI DELL'A.T.S. XIII - PROGETTO ANNO 2009

 

Il progetto di razionalizzazione ed ottimizzazione dei 4 Centri Diurni Socio Educativi Riabilitativi per disabili, presenti nel territorio dell’Ambito Territoriale Sociale n. 13, (Camerano – San Germano, Castelfidardo - Arcobaleno, Loreto - Alice e Osimo - Fontemagna) è uno degli obiettivi del Piano di Zona 2005/2007.

 

Il Centro diurno socio-educativo-riabilitativo è una struttura territoriale a ciclo diurno, contemplata dalla L.R. 20/2002 (art. 3, c. 4, lett. a – codice paragrafo D – P2 del Regolamento n. 1/2004 e successive modifiche e integrazioni), rivolta a soggetti in condizioni di disabilità, con notevole compromissione delle autonomie funzionali, che hanno adempiuto l’obbligo scolastico e per i quali non è prevedibile nel breve periodo un percorso di inserimento lavorativo o formativo; è un servizio aperto alla comunità locale con funzioni di accoglienza, sostegno alla domiciliarità, promozione della vita di relazione, sviluppo delle competenze personali e sociali.

 

Lo scopo del progetto è quello di realizzare un assetto organizzativo adeguato per la gestione coordinata ed integrata dei 4 Centri Socio Educativi Riabilitativi dell’A.T.S. XIII al fine di:

          affrontare insieme i problemi che caratterizzano i Centri Diurni a oltre 20 anni dalla loro apertura (Centro Diurno Fontemagna di Osimo aperto nell’anno 1986);

          garantire pari opportunità e modalità di accesso uniformi per i cittadini dell’Ambito Territoriale Sociale n. 13;

          garantire al meglio gli standard previsti dalla L.R. 20/2002;

          essere in linea con quanto dettato dalla normativa regionale e nazionale.

 

L’equipe tecnica di coordinamento dei Centri Diurni, che è già stata formalizzata e legittimata dal Comitato dei Sindaci dell’Ambito Territoriale Sociale n. 13 (seduta del 18.03.2008 - Deliberazione n. 5), ha programmato, per l’anno 2009, le seguenti attività:

 

-         realizzazione dei laboratori (musicoterapica e psicomotricità) in rete attraverso la condivisione delle attività tra i Centri;

-         realizzazione di uno spettacolo teatrale a conclusione delle suddette attività;

-         formazione congiunta degli operatori;

-         mappatura del territorio ed elaborazione di una ipotesi di regolamento unico tra i Centri Diurni Socio Educativi Riabilitativi dell’Ambito Territoriale Sociale n. 13.

 

 


operatori